Argentina, in arrivo un accordo con la Beretta

Si stanno moltiplicando le iniziative che portano la Argentina e l’Italia a stretto contatto, a livello di imprese. Una delle ultime novità coinvolge la Beretta, la celebre azienda italiana produttrice di armi. Infatti il Ministro della Difesa argentino, Julio Martinez, si è riunito con alti dirigenti della azienda italiana e la proposta arrivata è stata quella di produrre due modelli di armi in Argentina. "Si tratta di un passo importante per l’industria argentina – ha sottolineato il Ministro – stiamo analizzando queste proposte, che beneficiano il Paese e che ci permettono di tornare a produrre a Fabricaciones Militares".

Se l’accordo verrà concluso, per l’Argentina innanzitutto si tratterà di creare nuovi posti di lavoro oltre al fatto di coprire le necessità delle forze di Seguridad y Defensa del Paese. Senza dimenticare poi, come ha sottolineato il Ministro, che alcuni corpi già utilizzano le armi in questione. "Con l’Italia – ha aggiunto il Ministro – abbiamo una ottima relazione e siamo completamente soddisfatti con i lavori che abbiamo realizzato in termine di cooperazione".

Il team del ministro Martinez, che si è incontrato con i dirigenti della Beretta, era composto dall’ambasciatore in Italia Tomas Ferrari, il segretario di Ciencia, Tecnologia e Innovacion Productiva, Hector Lostri, poi ancora il presidente di Fabrica Argentina de Aviones, Ercole Felippa e anche il Capo di Stato Maggiore Generale della Fuerza Aerea, brigadiere maggiore Enrique Amrein.

La Beretta è la più antica dinastia industriale al mondo in attività, le origini infatti risalgono al 1526 a Gardone Val Trompia dove ancora oggi ha la sede principale l’azienda.