Antonio Ghirelli è morto: era stato Capo Ufficio Stampa del Quirinale con Sandro Pertini

Roma 10 giugno 2010. Antonio Ghirelli, scrittore, ritratto a Roma in occasione della presentazione del libro edito per i tipi Marsilio - L'Italia in guerra-. Foto: RINO BIANCHI

Antonio Ghirelli, giornalista e scrittore, se n’è andato. E’ morto a Roma all’età di 90 anni. Nato a Napoli il 10 maggio del 1922, ha avuto una lunga e brillante carriera di giornalista e scrittore. Iscritto al Pci dal 1942, fu partigiano durante la guerra di Liberazione. A Milano collaboro’ con ‘L’Unita’ e ‘Milano Sera’. Dopo la rivoluzione ungherese del 1956 lascio’ il Pci per aderire al Partito Socialista. Fra le altre cose,  Ghirelli era stato Capo Ufficio Stampa del Quirinale con Sandro Pertini.

Durante i due governi Craxi (1983-1986) fu capo ufficio stampa della presidenza del Consiglio dei ministri. Nel 1986 fu nominato direttore del TG2. Dal 1988 al 1989 diresse l’Avanti!.

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, appresa la triste notizia della scomparsa di Antonio Ghirelli ha inviato alla famiglia il seguente messaggio: "Con la scomparsa di Antonio Ghirelli perdo uno degli amici piú cari dei lontani anni della mia prima formazione. Fummo egualmente legati a Napoli ed egualmente animati da valori di libertà e di progresso mentre il fascismo si avviava alla fine. E non ci siamo mai persi di vista per il resto della vita, fino a tempi recentissimi. E’ stato un giornalista di razza guidato dalla sua passione di democratico e di socialista che lo aveva condotto anche a svolgere ruoli importanti accanto al Presidente Pertini e nel Psi; un popolarissimo giornalista sportivo e un interprete autentico dell’anima di Napoli. Mi stringo con affetto ai suoi cari".

CASINI, E’ SIMBOLO MIGLIOR GIORNALISMO "Piango con grande commozione e nostalgia la scomparsa di un grande galantuomo, Antonio Ghirelli, simbolo del miglior giornalismo italiano, indimenticabile portavoce di Sandro Pertini". Parole del leader Udc, Pierferdinando Casini, che aggiunge: "Pensare a Ghirelli significa pensare al miglior socialismo italiano, ma soprattutto alla nobilta’ e alla coerenza dell’animo umano. Ho goduto della sua amicizia e, addolorato, lo ricordo insieme a tutti i parlamentari dell’Udc".

VELTRONI, GIORNALISTA APPASSIONATO, TRA POLITICA E SPORT "Antonio Ghirelli aveva attraversato da protagonista appassionato il lungo arco del Novecento. Da partigiano, da giornalista (perche’ questo e’ stato con passione per tutta la sua vita), da uomo politico". Lo afferma in un comunicato Walter Veltroni, che aggiunge: "Ci mancheranno le sue battute folgoranti, la sua professionalita’ appassionata, l’amore mai sopito per Napoli e per il Mezzogiorno".

Cicchitto: Profondo cordoglio, grande socialista "Esprimiamo tutto il nostro profondo cordoglio per la morte di Antonio Ghirelli che è stato un grande socialista e ha dato significativi contributi storici alla cultura socialista e al meridionalismo". Lo scrive in una nota Fabrizio Cicchitto, capogruppo Pdl alla Camera. 

NESSUN COMMENTO

Comments