Anfiteatro Festival di Albano, dalla lirica all’art rock

Una kermesse dedicata alla lirica, prosa, musica e danza dal 29 luglio al 15 agosto. Al via l’Anfiteatro Festival di Albano, una produzione firmata  Europa Musica. In occasione del bicentenario della prima esecuzione dell’opera il Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini, parte la quinta edizione dell’Anfiteatro Festival. Organizzata da Europa Musica con la direzione artistica del maestro Renzo Renzi, la rassegna  si svolge all’interno dell’antico sito archeologico di Albano Laziale. Undici serate che spaziano dalla musica lirica al jazz, dalla prosa alla danza, dai ritmi della tradizione popolare all’art rock.

Dopo l’apertura affidata al Barbiere di Siviglia prodotto da Europa Musica, diretto dal maestro Claudio Micheli con la regia di Gianmaria Romagnoli, il Festival prosegue il 30 luglio con il Mina Tribute, una originale rilettura dei brani della cantante cremonese interpretati in chiave jazz dal Roma Swing Quintet.  Il 31 luglio la rassegna ospita il comico romano Maurizio Battista con il suo spettacolo Allegro? Si, si ma non troppo e il 5 agosto i Pink Floyd Legend. La tribute band italiana dei Pink Floyd propone con assoluta fedeltà il disco  The Dark Side of the moon del gruppo inglese.

Durante il  concerto la musica si fonde con tecnologici e sorprendenti effetti speciali. Sabato 6 agosto in scena la seconda produzione operistica di Europa Musica, Madama Butterfly di Giacomo Puccini. Direttore d’orchestra Maurizio Morgantini e regista Gianmaria Romagnoli con un imponente allestimento teso a evidenziare il contrasto con la fragilità  del mondo di Cio-Cio-San.  Domenica 7 è la volta di Antonella Ruggiero che, con Maurizio Di Fulvio e Renzo Ruggieri,  propone il vasto repertorio dello  Stralunato recital. 

Grande festa sotto le stelle l’11 agosto con la musica, i balli, i canti di Ambrogio Sparagna e dell’Orchestra  Popolare Italiana che colgono i colori e i ritmi della nostra tradizione popolare.  Il corpo di ballo e l’orchestra tanghera La Bordona il 12 agosto trascinano gli spettatori in  viaggio nelle milonghe di Buenos Aires con coreografie e arrangiamenti tratti dalle grandi orchestre di tango  di inizio novecento.

Daniela Poggi e Paolo Graziosi sabato 13 portano sul palco il dramma di Eschilo Agamennone, riscritto da Fabrizio Sinisi. Il 14 Pippo Franco nel musical  Brancaleone e la sua armata vive avventure improbabili e grottesche. La rassegna chiude il 15 agosto con la Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini.  Con lo spettacolo Vento del sud, i danzatori propongono un vivace percorso all’interno  del nostro Meridione accompagnati dalla voce di Arianna Castelli e da  un ensemble musicale.

NESSUN COMMENTO

Comments