Ambasciata d’Italia a Zagabria, “pronti i sussidi per i connazionali indigenti”

“Il cittadino italiano che si trovi in situazione di comprovata necessità e indigenza potrà essere sostenuto con uno o più sussidi, aventi carattere di assoluta eccezionalità”

L’Ambasciata d’Italia a Zagabria, Croazia, ha pubblicato sul proprio sito web un comunicato ufficiale nel quale si annuncia la possibilità, “compatibilmente con i fondi disponibili in bilancio, di erogare al cittadino italiano residente stabilmente nella propria circoscrizione consolare, che si trovi in situazione di comprovata necessità e indigenza, uno o più sussidi, aventi carattere di assoluta eccezionalità”.

Attenzione, però: tali sussidi “non possono essere concessi allo stesso connazionale con frequenza periodica, in quanto non devono costituire erogazioni stabili. Tuttavia, in caso di assoluta necessità, a giudizio della Rappresentanza, il sussidio potrà comunque essere frazionato in più tranches”.

E’ un modo per essere ancora più vicino ai connazionali più deboli e bisognosi. Troppo spesso sentiamo di Ambasciate che non hanno i mezzi per risolvere situazioni al limite. Finalmente, ogni tanto, una buona notizial.

L’Ambasciata italiana a Zagabria in conclusione ricorda che per procedere alla richiesta del sussidio “sono necessari passaporto o carta d’identità validi, attestazioni relative a tutti i proventi (ultimo certificato di guadagno, provvedimento dell’ufficio del Lavoro o di assistenza, assegni familiari, assegno d’invalidità, rateo di pensione, ecc.), comunicazioni negative o parziali dell’Ufficio per l’Assistenza sociale croato (Centar za Socijalnu skrb) relative a domande di sussidio o integrazioni non concessi, dichiarazione dei redditi (Potvrda o visini dohothka) completa dell’ultimo anno, diagnosi di eventuali patologie mediche gravi, eventuali fatture (affitto, conguagli, spese mediche, ecc.) non pagate”.