Amatrice, inaugurata sala cinema. Franceschini, “riportare vita nei luoghi colpiti dal sisma”

Sergio Pirozzi, sindaco della città, ha regalato un paio di scarponi al ministro Franceschini: “Da oggi – ha detto il primo cittadino - a chiunque verra' a trovarci faro' un regalo come questo, un paio di scarponi. Perche' sono queste la scarpe per stare su questa terra. Non frizzi e lazzi, ma sostanza"

Ad Amatrice torna il cinema. Presso il Palazzetto dello Sport della cittadina devastata dal terremoto è stata inaugurata nelle scorse ore, alla presenza del ministro dei Beni Attivita’ Culturali e Turismo, Dario Franceschini, la sala temporanea del cinema di Amatrice.

Presenti all’inaugurazione anche il presidente Anica Francesco Rutelli e il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi. Si partirà sabato prossimo con “Lasciati andare”, film diretto da Francesco Amato con Toni Servillo.

Franceschini durante il suo intervento ha anche assicurato che a Pasqua “torneranno a suonare le campane recuperate dalle zone colpite dal sisma”. “Per la prima volta nelle zone terremotate – ha spiegato il ministro – e’ stata ricostruita una torre campanaria”, che gia’ oggi svetta nei giardini della Chiesa di S. Agostino di Amatrice, “le cui campane suoneranno in concerto a Pasqua”, subito dopo la Messa celebrata dal vescovo di Rieti, Pierdomenico Pompili. “Un gesto simbolico – ha concluso Franceschini – ma anche pratico per la comunità”.

Sergio Pirozzi, sindaco della città, ha regalato un paio di scarponi al ministro Franceschini: “Da oggi – ha detto il primo cittadino – a chiunque verra’ a trovarci faro’ un regalo come questo, un paio di scarponi. Perche’ sono queste la scarpe per stare su questa terra. Non frizzi e lazzi, ma sostanza”. “Lo scarpone racconta la bellezza di questa terra e la forza di questo territorio”, ha ringraziato Franceschini, ricordando la “sfida di riportare la vita” nei luoghi colpiti dal Terremoto.