Alcol, Santori (PdL): Obiettivo movida civile, anche in II Municipio

“Il sì del II Municipio alla proposta  n. 70/2011 che prevede l’inserimento dell’ordinanza anti-alcol direttamente nel regolamento di polizia urbana, per limitare il consumo di alcol vietandone la vendita da asporto dalle ore 23 fino alla chiusura di tutti gli esercizi autorizzati, dimostra ancora una volta l’impegno dei parlamentini romani per garantire che il diritto al divertimento e alla movida nei propri quartieri sia espresso in modo civile e rispettoso delle esigenze di tutti. Dopo l’approvazione del I, del IX e  XIII Municipio, questo ulteriore consenso della proposta per regolamentare il consumo di alcol sbugiarda chi, per il gusto di dire sempre solo e soltanto di no, come avvenuto in XV, XVI e VI Municipio, con maggioranze di centro sinistra, si straccia le vesti e grida al proibizionismo. Evitare che la gente si ubriachi per la strada causando danni, pericolo, rumore e caos, altro non è che una ovvia regola di decoro urbano. Quello che disturba negli atteggiamenti di certa sinistra è il non voler ammettere la sconfitta di un’ideologia che ha spesso elevato la semplice maleducazione a tratto culturale positivo, e che dunque oggi costringe il Campidoglio a porre un freno a chi crede di potersi comportare come vuole, in barba al decoro, alla civiltà e al rispetto degli altri”. Lo dichiara in una nota il presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale Fabrizio Santori, commentando l’approvazione da parte del Consiglio del II Municipio della proposta di inserire l’ordinanza antialcol nel regolamento di Polizia urbana, sostenuta dal Pdl e dalla Destra di Storace con 7 voti favorevoli, 3 contrari e 2 astenuti.

NESSUN COMMENTO

Comments