Albano, al via la VI edizione dell’Anfiteatro Festival

Un cartellone variegato, che spazia dai colori della musica etnica alla spettacolarità delle due nuove produzioni liriche

Al via la VI edizione dell’Anfiteatro Festival. La kermesse, prodotta da Europa Musica, si terrà ad Albano dal 27 luglio al 15 agosto, dalle ore 21. All’interno dell’antica area archeologica di Albano Laziale, in via dell’Anfiteatro Romano, 40, sotto la direzione artistica di Renzo Renzi, la rassegna propone dodici appuntamenti.

Un cartellone variegato, che spazia dai colori della musica etnica alla spettacolarità delle due nuove produzioni liriche, dagli incalzanti one men show alle melodie delle colonne sonore del cinema, ai grandi musical, ai recital, all’armonia della danza classica.

L’apertura giovedì 27 luglio è affidata a uno dei più conosciuti trombettisti italiani: Nello Salza. A lui sono legati motivi straordinari delle colonne sonore di film, che propone al festival di Albano, nei quali spicca il suono della sua tromba: La vita è bella, Nuovo Cinema Paradiso, C’era una volta in America, Gli intoccabili, The Hateful Eight, sono solo alcuni dei titoli.

Il 29 luglio sarà il turno di Peace: Antonio Giuliani racconta, con la sua comicità dal ritmo crescente, le piccole nevrosi, le contraddizioni e i conflitti della vita quotidiana di ognuno di noi. Il 30 è la volta di Rigoletto, l’opera in tre atti di Giuseppe Verdi che, prodotta da Europa Musica, vanta imponenti effetti scenografici. Attraverso le vicende del deforme buffone di corte, si narrano storie di passioni e vendette, di gelosie e tradimenti. La regia è di Gianmaria Romagnoli. Rigoletto è il baritono Carmelo Corrado Caruso. Il 3 agosto sul palco dell’Anfiteatro I Sette re di Roma, il musical scritto nel 1989 da Luigi Magni su musiche di Nicola Piovani, che racconta la fondazione di Roma attraverso le gesta dei suoi Re. La regia è affidata a Enzo Garinei.

Venerdì 4 agosto appuntamento con i canti, le musiche, le danze del Mediterraneo: Algarabia, è il titolo dello spettacolo portato in scena dai ventiquattro elementi di Algeciras nel quale coesistono culture, storie, lingue e religioni diverse. Katia Ricciarelli in Ti canto l’amore il 5 agosto propone arie da Puccini e Bizet ma anche brani di Lucio Dalla o Andrea Bocelli.

Nuovo appuntamento con la lirica il 6: Tosca di Giacomo Puccini è il secondo allestimento targato Europa Musica del festival, con la direzione dell’Orchestra Sinfonica Europa Musica affidata a Claudio Maria Micheli. Coro Lirico Italiano guidato dal maestro Renzo Renzi. Il melodramma in tre atti tocca tutti i tasti dell’amore, della gelosia, della disperazione fino alla morte spettacolare della protagonista a Castel Sant’Angelo. Paola Di Gregorio impersona Floria Tosca, Gianluca Zampieri è Mario Cavaradossi. Max Giusti in Cattivissimo Max il 10 agosto, attraverso una serie di personaggi interpretati sul palco con ironia e cinismo, commenta l’attualità e propone soluzioni esilaranti e improbabili.

L’Accademia Internazionale del Musical l’11 agosto in Musical Show, percorre un viaggio tra i musical più amati di sempre. In scena oltre venti performers interpretano coreografie e musiche senza tempo. E senza tempo sono le canzoni dei Fabulous Four, proposte nel live show multimediale Beatlesstory il 12 agosto.

Un concerto che ripercorre la storia musicale dei Beatles con assoluta cura dei dettagli che riportano agli anni ’60 e ’70. Il 13 agosto Un pizzico di taranta affidata a Le tre meno un quarto, il gruppo che interpreta le canzoni più famose della tradizione popolare del centro-sud Italia. Il festival si chiude il 15 agosto con la Compagnia Nazionale di Danza di Raffaele Paganini che esegue Il lago dei cigni, un classico su coreografie del francese Marius Petipa, rivisitato e attualizzato dal regista Luigi Martelletta.

Comments