Afghanistan, Karzai alla Bbc: Non siamo riusciti a dare sicurezza al nostro popolo

Afghanistan President Hamid Karzai gestures during his RK Mishra Memorial lecture in New Delhi on October 5, 2011. Karzai sought to reassure Pakistan about his country's new partnership deal signed with India, which will see New Delhi help train Afghan security forces. The strategic partnership sealed with India-- the first such pact between Afghanistan and another country -- deepens already friendly ties and aims to boost trade, security and cultural links. AFP PHOTO/ RAVEENDRAN

Durante un’intervista alla Bbc, Hamid Karzai, presidente afgano, rivela: né la Nato né il governo afgano sono riusciti a garantire la sicurezza della popolazione, nonostante siano passati ormai dieci anni dalla caduta del regime talebano. "La Nato, gli Stati Uniti e i nostri vicini pachistani avrebbero dovuto concentrarsi molto tempo fa, nel 2002, sulle basi talebane", perchè il loro e il nostro compito più importante deve essere quello di "fornire un ambiente sicuro ai cittadini afgani"; in questo, però, "la comunità internazionale e il governo afgano hanno palesemente fallito".

Karzai fra le altre cose ha anche puntato il dito contro il Pakistan, accusandolo di appoggiare le milizie talebane, che avrebbero le loro basi in territorio pachistano. Ma i recenti attacchi delle milizie hanno origine all’estero: "I talebani non sarebbero in grado di muovere un dito senza il sostegno del Pakistan", ha confermato Karzai sottolineando come le autorità di Islamabad vogliano comunque mantenere buone relazioni con Kabul.

Nel Paese continua ad essere presente con forza il fenomeno della corruzione; questo, però, secondo il presidente afgano, dipende molto anche dalla presenza di aziende e governi stranieri. Dopo il 2014, quando le truppe internazionali si saranno ritirare, la situazione – lui ne è convinto – migliorerà.

Il presidente Karzai nel 2014 ha intenzione di lasciare il potere e lo ha confermato nell’intervista tv. Sta lavorando, ha anche detto, alla propria successione.

NESSUN COMMENTO

Comments