25 aprile, Salvini: “Liberazione da chi tradisce, riprendiamoci l’Italia”

Intanto Salvini viene contestato durante una manifestazione a Palermo per il 73esimo anniversario della liberazione, caratterizza con temi forti la mobilitazione antifascista

Matteo Salvini, leader della Lega

25 aprile, Festa della Liberazione. Matteo Salvini, leader della Lega, su Facebook commenta: “L’Italia anche oggi ha bisogno di essere liberata da chi non la ama davvero, da chi non ne ama la bellezza, l’arte, lo spirito d’intraprendenza, l’estro nel lavoro, da chi non ama una Comunità da sempre protagonista nella storia per la sua cultura e forza vitale”.

Dunque per il capo della Lega “Liberazione da chi avvilisce, impoverisce e tradisce, da chi ci svende all’Europa, da chi ci vuole servi. Riprendiamoci il nostro Paese, la nostra Libertà, il nostro Futuro. I morti non hanno colore. #primagliitaliani”.

Intanto Salvini viene contestato durante una manifestazione a Palermo per il 73esimo anniversario della liberazione, caratterizza con temi forti la mobilitazione antifascista.

Il presidente provinciale dell’Anpi Ottavio Terranova se la prende con il leader della Lega: “Grave che abbia detto che non consideri un impegno prioritario la lotta ai fascismi e che si disinteressi del 25 aprile. Così, oggi più che mai, non si ferma il nostro impegno a difesa dei valori della Costituzione”.