2017 anno record per il Parmigiano Reggiano, prodotte oltre 3,65 milioni di forme

Parmigiano Reggiano sempre più apprezzato anche oltre confine, l’export vola al 38%. Il giro d’affari al consumo è di 2,2 miliardi. Uno dei simboli dell’eccellenza italiana a tavola

La produzione di Parmigiano Reggiano Dop nel 2017 cresce del 5,2% rispetto al precedente anno. Si tratta di un vero record, a conferma di quanto sia apprezzato quello che è senza dubbio uno dei prodotti che rappresenta nel mondo l’eccellenza italiana a tavola.

Nel 2017 sono state prodotte oltre 3,65 milioni di forme (circa 147 mila tonnellate), un numero che da solo rappresenta il livello più elevato nella storia millenaria del Parmigiano Reggiano.

Il giro d’affari al consumo, per la denominazione di origine protetta, è di 2,2 miliardi di euro. Un prodotto, il Parmigiano, che cresce sempre più all’estero.

In generale, la richiesta di Parmigiano continua ad aumentare. Negli ultimi tre anni, la produzione è infatti cresciuta da 3,3 milioni di forme a 3,65 milioni di forme, registrando una crescita pari al 10%.

L’Italia rappresenta il 62% del mercato, contro una quota export del 38% (+3,9% rispetto all’anno precedente). La Francia è il primo mercato (9.800 tonnellate), seguita da Germania (9.460 tonnellate), Stati Uniti (9.075 tonnellate), Regno Unito (6.163 tonnellate) e Canada (2.380 tonnellate). Se Francia, Germania, Canada e Regno Unito corrono (rispettivamente +11,3% , + 3,2% , +8,1%, +6,6%), gli Stati Uniti frenano (-9,3%) a causa del rapporto euro/dollaro e della concorrenza dei prodotti similari, spetto però imitazioni del vero Parmigiano Reggiano, che è uno e uno soltanto.

Comments