‘Stasera parlo… con l’orchestra’ – di Beatrice Boero

Un grande evento all’Auditorium Parco della Musica di Roma: Stasera parlo … con l’orchestra. L’happening è previsto giovedì 9 aprile, alle ore 21, presso la Sala Sinopoli, in viale Pietro de Coubertin, 30. Tre grandi interpreti, Remo Girone, Laura Morante e Teresa Mannino, danno voce a tre grandi opere, accompagnati da un’orchestra di giovani talenti, la Mind & Art Youth Symphony Orchestra, diretta da Michelangelo Galeati.

La particolarità del "matrimonio artistico" tra voce e musica, consiste nell’unione di due registri espressivi: l’attore-la cui recitazione è libera-e l’orchestra-che segue invece un’architettura ritmica ben precisa con l’obiettivo di offrire risalto alla narrazione. Il primo esempio storico di questo genere fu il “Pygmalion" di Rousseau (musiche di Horace Coignet) anche se, ovviamente, la prima versione letteraria del mito di Pigmalione risale ad Ovidio, narrata nelle “Metamorfosi”. L’opera riscosse un gran successo in tutta Europa, dando inizio a questo nuovo genere al quale appartengono oggi alcuni classici: "Enoch Arden" (testo di Alfred Tennyson, musica di Richard Strauss), "Medea" (di Antonin Benda), "Lèlio" (di Hector Berlioz), "Histoire du soldat" (di Charles-Ferdinand Ramuz, musica di Igor Stravinskij), "Egmont" (di Goethe, musiche di Beethoven), "Histoire de Babar" (di Francis Poulenc) ed altri. Andrà in scena un atto unico di un’ora e mezza che mette assieme in scena tre capolavori assoluti di questo genere (nell’ordine): "Guida del giovane all’orchestra", “Pygmalion", "Pierino e il lupo. Inizia lo show Teresa Mannino con Guida del Giovane all’Orchestra, di Benjamin Britten, introducendo le varie sezioni e strumenti dell’orchestra in un giocoso scambio tra parole e note.

E’ poi la volta del Pygmalion, di Jean-Jacques Rousseau. Lo scultore protagonista, interpretato da Remo Girone, occupa il palcoscenico nell’atto di condividere i suoi pensieri con la statua che ha creato, Galatea-l’attrice Francesca Ceci-perfetta al punto da essere ritenuta responsabile della sua crisi creativa. A chiudere la performance Laura Morante in una versione femminile di Pierino e il Lupo di Sergej Prokofiev, un classico che da sempre  appassiona grandi e piccoli.  Lo spettacolo è una produzione Mind & Art e Sabadi con la regia di Gabriele Guidi.

NESSUN COMMENTO

Comments