‘Giovani italiani in Australia: un viaggio da temporaneo a permanente’

Lo scorso venerdi 12 agosto a Sydney si è tenuta la “NSW Cross-sectoral Italian teachers conference: innovating and invigorating Italian”, la conferenza per lo sviluppo professionale degli insegnati d’Italiano presso le scuole pubbliche e private del Nuovo Galles del Sud (Australia). L’evento è stato organizzato dall’Associazione delle Scuole Indipendenti del NSW, Coasit e Dipartimento di Educazione del Nuovo Galles del Sud (Association of Independent Schools of NSW, Coasit, Department of Education of NSW).

Di fronte a 130 insegnanti d’italiano provenienti da tutto lo stato del Nuovo Galles del Sud, Michele Grigoletti e Silvia Pianelli dell’equipe “Australia Solo Andata” hanno presentato lo studio-ricerca “Giovani Italiani in Australia: un viaggio da temporaneo a permanente” (Tau Editrice) sulla recente emigrazione di giovani italiani in Australia e il trailer del video reportage “88 giorni nelle Farm australiane”. Video e ricerca sono il risultato di due anni di studio promossi da Fondazione Migrantes, l’organismo pastorale della CEI, sensibile alla tematica della migrazione italiana nel mondo.

«Insegnanti molto attenti, curiosi, amanti dell’Italia e quindi sensibili alle problematiche giovanili e al recente fenomeno migratorio. Ho notato l’interesse nel cercare di capire le motivazioni che spingono tanti giovani italiani a lasciare l’Italia. Spesso dall’estero l’Italia è semplicemente bella, ideale, perfetta» afferma Grigoletti, «tra le persone che hanno voluto conoscerci abbiamo incontrato insegnanti che vivono e lavorano nelle zone rurali dell’Australia: Griffith, Lismore, Dubbo, Wollongong, oltre ad insegnanti di Sydney e Canberra. Nei prossimi anni gli insegnanti d’Italiano in Australia vedranno un aumento di alunni, i figli dei recenti emigrati italiani in Australia. La continua formazione e la presenza di tali insegnanti è fondamentale oggi come nel prossimo futuro», conclude Grigoletti.

NESSUN COMMENTO

Comments